Emergenza coronavirus: AGGIORNAMENTI. Numeri sanitari utili. Legislazione.

12.6.2020:    Polizia Municipale Corpo Unico del Frignano:  Oubblicato il DPCM dell'11 Giugno con provvedimenti validi dal #15Giugno. Vi riassumiamo i provvedimenti principali:

➡️ i soggetti con infezione respiratoria caratterizzata da febbre (maggiore di 37,5°) devono rimanere presso il proprio domicilio, contattando il proprio medico curante;
➡️ l'accesso del pubblico ai parchi, alle ville e ai giardini pubblici e' condizionato al rigoroso rispetto del #divieto di #assembramento nonche' della #distanza di #sicurezza interpersonale di almeno un metro;
➡️ e' consentito l'accesso dei minori, anche assieme ai familiari o altre persone abitualmente conviventi o deputate alla loro cura, ad #aree#gioco all'interno di parchi, ville e giardini pubblici, per svolgere attivita' ludica o ricreativa all'aperto nel rispetto delle linee guida (allegato 8);
➡️ e' consentito l'accesso di #bambini e #ragazzi a luoghi destinati allo svolgimento di attivita' ludiche, ricreative ed educative, anche non formali, al chiuso o all'aria aperta, con l'ausilio di operatori cui affidarli in custodia e con obbligo di adottare appositi protocolli di sicurezza (allegato 8);
➡️ e' consentito svolgere #attivita' #sportiva o #attivita' #motoria all'aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, ove accessibili, purche' comunque nel rispetto della #distanza di sicurezza #interpersonale di almeno due metri per l'attivita' sportiva e di almeno un metro per ogni altra attivita' salvo che non sia necessaria la presenza di un accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti;
➡️ l'#attivita' #sportiva di base e l'attivita' motoria in genere svolte presso #palestre, #piscine, #centri e #circoli#sportivi, pubblici e privati, ovvero presso altre strutture ove si svolgono attivita' dirette al benessere dell'individuo attraverso l'esercizio fisico, sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, in conformita' con le linee guida emanate;
➡️ a decorrere dal #25giugno e' consentito lo svolgimento anche degli #sport di #contatto nelle Regioni e Province Autonome che, d'intesa con il Ministero della Salute e dell'Autorita' di Governo delegata in materia di sport, abbiano preventivamente accertato la compatibilita' delle suddette attivita' con l'andamento della situazione epidemiologica nei rispettivi territori;
➡️ le attivita' dei #comprensori#sciistici possono essere svolte a condizione che le Regioni e le Province autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilita' dello svolgimento delle suddette attivita' con l'andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e che individuino i protocolli o le linee guida applicabili idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi (criteri all'allegato 10);
➡️ lo svolgimento delle #manifestazioni#pubbliche e' consentito soltanto in forma statica, a condizione che, nel corso di esse, siano osservate le distanze sociali prescritte e le altre misure di contenimento, nel rispetto delle prescrizioni imposte dal questore; ➡️ le attivita' di #salegiochi, #salescommesse e #salebingo sono consentite a condizione che le Regioni e le Province Autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilita' dello svolgimento delle suddette attivita' con l'andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e che individuino i protocolli o le linee guida applicabili idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi;
➡️ gli #spettacoli#aperti al #pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all'aperto sono svolti con posti a sedere preassegnati e distanziati e a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi, con il numero massimo di 1000 spettatori per spettacoli all'aperto e di 200 spettatori per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala. Le attivita' devono svolgersi nel rispetto dei contenuti di protocolli o linee guida idonei;
Restano sospesi gli eventi che implichino assembramenti in spazi chiusi o all'aperto quando non e' possibile assicurare il rispetto delle condizioni di cui sopra.
Restano comunque sospese le attivita' che abbiano luogo in sale da ballo e #discoteche e locali assimilati, all'aperto o al chiuso, e, sino al #14luglio, le #fiere e i #congressi;
➡️ l'accesso ai #luoghi di #culto avviene con misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, e tali da garantire ai frequentatori la possibilita' di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro;
➡️ le #funzionireligiose con la partecipazione di persone si svolgono nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo e dalle rispettive confessioni (allegati da 1 a 7);
➡️ il servizio di apertura al pubblico dei #musei e degli altri istituti e #luoghi della #cultura e' assicurato a condizione che detti istituti e luoghi, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico, nonche' dei flussi di visitatori (piu' o meno di 100.000 l'anno), garantiscano modalita' di fruizione contingentata o comunque tali da evitare assembramenti di persone e da consentire che i visitatori possano rispettare la distanza tra loro di almeno un metro.
sono sospesi i servizi educativi per l'infanzia e le #attivita' #didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado, nonche' la frequenza delle attivita' scolastiche e di formazione superiore, comprese le Universita' e le Istituzioni di Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica, master, corsi per le professioni sanitarie e universita' per anziani, anche territoriali e locali e da soggetti privati, ferma in ogni caso la possibilita' di svolgimento di attivita' formative a distanza.
➡️ le attivita' di #centri#benessere, di #centri#termali, di #centri#culturali e di #centri#sociali sono consentite a condizione che le regioni e le province autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilita' dello svolgimento delle suddette attivita' con l'andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e che individuino i protocolli o le linee guida applicabili idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi;
e' fatto divieto agli accompagnatori dei pazienti di permanere nelle sale di attesa dei dipartimenti emergenze e accettazione e dei prontosoccorso (DEA/PS), salve specifiche diverse indicazioni del personale sanitario preposto;
➡️ l'accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalita' e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (RSA), hospice, strutture riabilitative e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non, e' limitata ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura, che e' tenuta ad adottare le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione;
➡️ le #attivita' #commerciali al #dettaglio si svolgono a condizione che sia assicurato, oltre alla distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all'interno dei locali piu' del tempo necessario all'acquisto dei beni; le suddette attivita' devono svolgersi nel rispetto dei contenuti di protocolli o linee guida. Si raccomanda altresi' l'applicazione delle misure di cui all'allegato 11;
➡️ le attivita' dei servizi di #ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite a condizione che le regioni e le province autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilita' dello svolgimento delle suddette attivita' con l'andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e che individuino i protocolli o le linee guida applicabili idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi (criteri in allegato 10); ➡️ continuano a essere consentite le attivita' delle #mense e del #catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;
➡️ Resta anche consentita la ristorazione con #consegna a #domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l'attivita' di confezionamento che di trasporto, nonche' la ristorazione con #asporto, fermo restando l'obbligo di rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;
➡️ restano comunque aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro;
➡️ le attivita' inerenti ai #servizi#alla#persona sono consentite a condizione che le regioni e le province autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilita' dello svolgimento delle suddette attivita' con l'andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e che individuino i protocolli o le linee guida applicabili idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi (criteri di cui all'allegato 10);
➡️ restano garantiti, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie, i servizi bancari, finanziari, assicurativi nonche' l'attivita' del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agro-alimentare comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi;
➡️ il Presidente della Regione dispone la programmazione del servizio erogato dalle aziende del #trasporto#pubblico locale, anche non di linea, finalizzata alla riduzione e alla soppressione dei servizi in relazione agli interventi sanitari necessari per contenere l'emergenza COVID-19 sulla base delle effettive esigenze e al solo fine di assicurare i servizi minimi essenziali, la cui erogazione deve, comunque, essere modulata in modo tale da evitare il sovraffollamento dei mezzi di trasporto nelle fasce orarie della giornata in cui si registra la maggiore presenza di utenti. Per le medesime finalita' il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, con decreto adottato di concerto con il Ministro della salute, puo' disporre, al fine di contenere l'emergenza sanitaria da COVID-19, riduzioni, sospensioni o limitazioni nei servizi di trasporto, anche internazionale, automobilistico, ferroviario, aereo, marittimo e nelle acque interne, anche imponendo specifici obblighi agli utenti, agli equipaggi, nonche' ai vettori ed agli armatori;
➡️ in ordine alle #attivita' #professionali si raccomanda che: a) esse siano attuate anche mediante modalita' di lavoro agile, ove possano essere svolte al proprio domicilio o in modalita' a distanza; b) siano incentivate le ferie e i congedi retribuiti per i dipendenti nonche' gli altri strumenti previsti dalla contrattazione collettiva; c) siano assunti protocolli di sicurezza anti-contagio e, laddove non fosse possibile rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro come principale misura di contenimento, con adozione di strumenti di protezione individuale; d) siano incentivate le operazioni di sanificazione dei luoghi di lavoro, anche utilizzando a tal fine forme di ammortizzatori sociali;
➡️ le attivita' degli #stabilimenti#balneari sono esercitate a condizione che le regioni e le province autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilita' dello svolgimento delle suddette attivita' con l'andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e che individuino i protocolli o le linee guida idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi (criteri di cui all'allegato 10). Per tali attivita' e nelle #spiagge di libero accesso deve essere in ogni caso assicurato il mantenimento del distanziamento sociale, garantendo comunque la distanza interpersonale di sicurezza di un metro.
➡️ le attivita' delle #strutture#ricettive sono esercitate a condizione che sia assicurato il mantenimento del distanziamento sociale, garantendo comunque la distanza interpersonale di sicurezza di un metro negli spazi comuni, nel rispetto dei protocolli e delle linee guida (criteri all'allegato 10);
 
➡️ spostamenti da e per l'#estero è 120 ore (5 giorni) il periodo massimo di permanenza senza obbligo di quarantena domiciliare per chi fa ingresso nel territorio nazionale per ragioni di lavoro, così come per il personale di imprese o enti aventi sede legale o secondaria in Italia che va all'estero per comprovate ragioni lavorative.
Chi fa ingresso in Italia, provenendo da luoghi diversi dagli Stati dell'Unione Europea, dagli Stati parte all'accordo Shengen, dal Regno Unito, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano, deve comunicare al Dipartimento di prevenzione dell'azienda sanitaria il luogo in cui svolgerà il periodo di sorveglianza sanitaria e l'isolamento fiduciario di 14 giorni, con obbligo di segnalare immediatamente l'eventuale insorgenza di sintomi.
 
Per saperne di più ⬇️
http://www.governo.it/…/coronavirus-il-presidente-co…/14741…
 
Testo completo ⬇️
https://www.gazzettaufficiale.it/…/id/2020/06/11/20A03194/sg
Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il Dpcm che autorizza la ripresa di ulteriori attività.


----------------------------

ATTENZIONE: CON L'EMISSIONE DEI BUONI IN DATA 6.6.2020 SONO TERMINATI I FONDI ASSEGNATI AL COMUNE DI  PIEVEPELAGO NELL'EMERGENZA CORONAVIRUS PER LA DISTRIBUZIONE DI BUONI SPESA PREVISTI DAL DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI. hi si trovasse comunque in situazioni di particolare difficoltà può continuare a contattare i Servizi Sociali dell'Unione del Frignano.  

-------------------------
On-line sul sito della regione Emilia-Romagna la riapertura attività economiche ed esercizi commerciali: i protocolli regionali condivisi con imprese, sindacati ed enti locali. Regole, distanze e requisiti per ripartire in sicurezza da lunedì 18 maggio: https://www.regione.emilia-romagna.it/

-------------------------------------------------------------------------------------------

Aggiornamento 15 maggio 2020. Nessun contagiato positivo segnalato in questi giorni nel comune di Pievepelago. Nel continuare comunque ad invitare la popolazione a comportamenti prudenti per consetire di proseguire nel graduale calo dei contagi nazionali, segnaliamo il primo link di misure regionali in vista delle previste riaperture da lunedì 18 maggio:
http://www.upi.emilia-romagna.it/index.php/newsletter/753-covid-19-protocolli-regione-emilia-romagna-fase-due?fbclid=IwAR1TvnhhOkigG4eHhYyCUYYxdLGbY3Hrmbzct5seeXzXf9VRFrAx_9IbVzY

-------------------- 
Aggiornamento 12 maggio. I bollettini della Protezione Civile/Usl oggi segnalano che a Pievepelago NON risultano persone contagiate. Quindi il caso segnalato nei giorni scorsi è da ritenersi ufficialmente guarito. Una buona notizia, che deve incoraggiare tutti a perseverare nelle misure di contenimento per mantenere costante il calo dei contagi sia nella nostra zona che in tutta Italia.
Questo bollettino nei prossimi giorni verrà pubblicato non più giornalmente, ma solo quando vi saranno aggiornamenti o notizie di pubblica utilità. Grazie comunque a chi ci segue e lo diffonde, contribuendo ad una corretta informazione degli eventi e delle normative da rispettare.

-------------------
Aggiornamento 11 maggio. Nel comune di Pievepelago resta sempre segnalata la sola positività della persona accertata nei giorni scorsi, in isolamento domiciliare. Oggi per la prima volta da parecchie settimane NON sono stati registrati decessi in provincia di Modena, ma ancora 3 nuovi casi nel Frignano. Il miglioramento della situazione generale è comunque costante, ma sono giornate decisive per il futuro: quindi continuiamo a rispettare le necessarie risapute norme igieniche e comportamentali. 
 Stamattina si è tenuto un riavvio del mercato del lunedì (solo generi alimentari, con dispositivi di sicurezza, distanze e transennamenti).   E' stato aggiornato l'elenco degli esercizi nel comune di Pievepelago dove sono spendibili i Buoni Acquisto governativi: http://www.comune.pievepelago.mo.it/canali_tematici/comunicati_comune/buoni_spesa_avviso_pubblico_esercizi_vendita.aspx

--------------------------------------
aggiornamento 9 maggio. Nel comune di Pievepelago resta ancora segnalata solo la positività della persona accertata nei giorni scorsi, in isolamento. Anche oggi il calo dei contagi e dei ricoveri a livello regionale e provinciale non si è accompagnato ancora ad un netto calo dei decessi, con alcuni casi in Appennino. Occorre ripetere che serve ancora tanta pazienza e prudenza nel rispetto delle regole vigenti. Oggi in particolare nel nostro comune sono giunte tante persone per attività sportive all’aperto o per visionare le ‘seconde case’, con rientro serale in provincia: sono aumentati i controlli delle Forze dell’Ordine su questa situazione, comunque invitiamo tutti -residenti e non residenti- a seguire le vigenti disposizioni per far sì che si possa procedere a nuove aperture e non dover tornare indietro col ripristino di restrizioni.

Per aggiornamenti e chiarimenti sulle norme in vigore, segnaliamo il sito regionale https://www.regione.emilia-romagna.it/ che presenta un’ampia gamma di casistiche informative.

 -------------------

Aggiornamento 8 maggio. Nel comune di Pievepelago resta segnalata solo la positività della persona accertata nei giorni scorsi, ancora in isolamento. Anche oggi il calo dei contagi e dei ricoveri a livello regionale e provinciale non si accompagna ancora ad un netto calo dei decessi, quasi a volerci indicare che occorre ancora tanta pazienza e tanta prudenza nel rispettare le regole vigenti per garantire la salute nostra, dei nostri cari e della popolazione tutta.  Per aggiornamenti e chiarimenti, segnaliamo il sito regionale https://www.regione.emilia-romagna.it/ che presenta un’ampia gamma di casistiche informative.

-----------------------
Aggiornamento 7 maggio. Nel comune di Pievepelago resta segnalata solo la positività accertata nei giorni scorsi. Il calo dei contagi e dei ricoveri a livello regionale e provicniale non si accompagna ancora ad un netto calo dei decessi, monito a continuare tutti a rispettare le regole vigenti per un miglioramento ancor più deciso.

Questa mattina si è regolarmente tenuto il primo Consiglio Comunale di Pievepelago in modalità telematica. Positivo lo svolgimento e gli interventi in collegamento audio e video dei consiglieri di maggioranza e di minoranza, la cui registrazione inregrale verrà presto messa a disposizione dei cittadini.

 --------------------------------

Aggiornamento 6 maggio. Nel comune di Pievepelago resta segnalata solo la positività della persona accertata nei giorni scorsi, ancora in isolamento domiciliare precauzionale. La situazione generale parla di un calo dell'epidemia, ma le morti sono ancora tragicamente rilevanti. Osserviamo scrupolosamnete le prescrizioni in vigore, in modo di andare tutti assieme verso un completo miglioramento della situazione.

Inizierà presto una nuova distribuzione di ulteriori 1.000 mascherine negli esercizi commerciali paesani. Intanto chi ne necessita può richederle nelle mattinate feriali presso il municipio.

Nuovo ordinanza regionale dal 7 maggio:

https://www.regione.emilia-romagna.it/…/coronavirus-nuova-o…
Eccone un sunto:
-Gli spostamenti per raggiungere le seconde case, camper o roulotte, imbarcazioni o velivoli di proprietà per attività di manutenzione e riparazione, vengono consentiti nell’intero territorio regionale e non più solo in quello provinciale. Per tutti, resta l’obbligo di rientro in giornata.
-La possibilità di muoversi in ambito regionale viene estesa anche agli spostamenti per comprovate esigenze lavorative, motivi di salute o di necessità, come fare la spesa, quelle cioè indicate nel Decreto della Presidenza del Consiglio del 26 aprile (articoli 1, lettera a).
-Così come potranno avvenire in ambito regionale gli spostamenti per svolgere individualmente attività sportiva o motoria all'aperto (come per esempio ciclismo, corsa, caccia di selezione, pesca sportiva, tiro con l’arco, equitazione), sempre rispettando la distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività.
-Inoltre, le visite ai congiunti e la stessa attività motoria e sportiva - oltre che gli stessi spostamenti per arrivare alle seconde case, camper e roulotte, imbarcazioni e velivoli di proprietà, sempre e solo per le attività consentite – potranno avvenire anche insieme a persone conviventi, non solo individualmente.

--------------------------
Aggiornamento 5 maggio. Anche oggi nel comune di Pievepelago resta segnalata la sola positività della persona accertata nelle scorse settimane, in isolamento domiciliare precauzionale.

Oggi il sindaco, l’Amministrazione comunale ed i dipendenti esprimono le più sentite condoglianze ai familiari ed all’Arma dei Carabinieri per l’improvvisa scomparsa del vice-brigadiere Mauro Alessandro Ghidotti in servizio presso la Stazione di Pievepelago. Negli ultimi tre anni nel nostro paese ha saputo farsi apprezzare dagli enti e dalla popolazione, molto colpiti da questo lutto.

 Ricordiamo alla popolazione che il Comune ha distribuito ulteriori 1.500 mascherine chirurgiche nei vari negozi di Pievepelago centro e di tutte le frazioni. Per chi ne necessita, prosegue comunque la distribuzione nelle mattinate feriali presso il municipio.

----------------------------------------------------------------------

Aggiornamento 4 maggio. Nel comune di Pievepelago resta segnalata solo la positività della persona accertata nei giorni scorsi, ancora in isolamento domiciliare precauzionale.

Oggi è stato il primo giorno delle nuove misure di contenimento: molte persone hanno seguito regolarmente le nuove norme di comportamento ed invitiamo tutti a seguirle con la massima responsabilità e scrupolo: solo così si potrà evitare una recrudescenza dei contagi. Tutte le norme aggiornate su: http://www.regione.emilia-romagna.it/coronavirus .

Oggi ha riaperto la Stazione ecologica di Pievepelago: si raccomanda l’ingresso una persona alla volta, fino a quando non è uscito un altro dal cancello di destra; tutti con la mascherina e i guanti, a distanza di sicurezza dall’operatrice che passerà lo scontrino dalla porta o finestra; non si potrà entrare nell'ufficio.
(orari su: http://www.comune.pievepelago.mo.it/…/orari_stazione_ecolog…

Per chi necessita mascherine, prosegue la distribuzione nelle mattinate feriali presso il municipio.

-----------------------------------
Ricordiamo che, con ordinanza comunale. “…. E’ VIETATO l’accesso alle aree attrezzate con strutture e giochi per bambini sia nel capoluogo del Comune di Pievepelago sia nella frazioni, mentre è CONSENTITO l’accesso, mantenendo le distanze di sicurezza da altre persone, alla restante zona dei parchi pubblici con le modalità e l’osservanza della normativa statale e regionale.
- I cimiteri sono aperti dalle ore 7.30 alle ore 18:00

--------------------------------
Aggiornamento 3 maggio. Anche oggi nel comune di Pievepelago resta segnalata la sola positività della persona accertata lo scorso 20 aprile, in isolamento domiciliare precauzionale.

Prosegue lentamente il calo dei contagiati e dei decessi, ma ancora vi sono casi nell'Appennino. Quindi in vista da domani delle graduali riaperture di spostamenti e servizi (regione.emilia-romagna.it/…/coronavirus-nuova-ordinanza-dal…) non possiamo che raccomandare sempre la massima prudenza e tutte le cautela nei comportamenti e nel limitare la massimo i contatti e comunque sempre con le mascherine
------------------------------------
Il Comune ha distribuito ulteriori 1.500 mascherine chirurgiche nei negozi di Pievepelago centro e di tutte le frazioni. Per chi ne necessita, prosegue comunque la distribuzione nelle mattinate feriali presso il municipio.
-----------------------------------
Come da ordinanza comunale pubblicata ieri (https://www.comuneweb.it/…/pubblicazione.2020.242.2020-05-0… ) a seguito dell’ordinanza regionale del 30 aprile 2020, circa l’apertura dei parchi e dei cimiteri, è stato disposto da lunedì 4 maggio:
“…. E’ VIETATO l’accesso alle aree attrezzate con strutture e giochi per bambini sia nel capoluogo del Comune di Pievepelago sia nella frazioni, mentre E' CONSENTITO l’accesso, mantenendo le distanze di sicurezza da altre persone, alla restante zona dei parchi pubblici con le modalità e l’osservanza della normativa statale e regionale.
- I cimiteri sono aperti dalle ore 7.30 alle ore 18:00”.
-------------
Da lunedì 4 maggio riaprirà l’isola ecologica di Pievepelago, sarà obbligatorio entrare un utente per volta, fino a quando non è uscito un altro dal cancello di destra; tutti con la mascherina e i guanti, a distanza di sicurezza dall’operatrice che passerà lo scontrino dalla porta o finestra; non si potrà entrare nell'ufficio.

----------------------
Aggiornamento 2 maggio. Nel comune di Pievepelago resta segnalata solo la positività della persona accertata nei giorni scorsi, in isolamento domiciliare precauzionale.
In vista delle graduali riaperture di spostamenti e servizi (regione.emilia-romagna.it/…/coronavirus-nuova-ordinanza-dal…) raccomandiamo comunque la massima prudenza da adottare in questo periodo: solo con cautela e comportamenti corretti si potrà proseguire su questa strada per arginare l’epidemia.
------------------------------------
E’ iniziata oggi e proseguirà domani una distribuzione di ulteriori 1.500 mascherine chirurgiche da parte del Comune che possono gratuitamente essere ritirate presso i negozi di Pievepelago centro e di tutte le frazioni. Per chi ne necessita, prosegue comunque la distribuzione nelle mattinate feriali presso il municipio.
-----------------------------------
Come da ordinanza comunale pubblicata in data odierna ( https://www.comuneweb.it/…/pubblicazione.2020.242.2020-05-0… ) in seguito all’ordinanza regionale del 30 aprile 2020, circa l’apertura dei parchi e dei cimiteri, è  disposto che:
“…. E’ VIETATO l’accesso alle aree attrezzate con strutture e giochi per bambini sia nel capoluogo del Comune di Pievepelago sia nella frazioni, mentre E' CONSENTITO l’accesso, mantenendo le distanze di sicurezza da altre persone, alla restante zona dei parchi pubblici con le modalità e l’osservanza della normativa statale e regionale.

- I cimiteri sono aperti dalle ore 7.30 alle ore 18:00

La presente ordinanza ha decorrenza dal 04-05-2020 fino al 31 maggio 2020, salvo diversi termini stabiliti da provvedimenti nazionali relativi al prolungamento delle misure finalizzate a fronteggiare lo stato di emergenza o revoca degli stessi”.
-------------
Da lunedì 4 maggio riaprirà l’isola ecologica di Pievepelago, sarà obbligatorio entrare un utente per volta, fino a quando non è uscito un altro dal cancello di destra; tutti con la mascherina e i guanti, a distanza di sicurezza dall’operatrice che passerà lo scontrino dalla porta o finestra; non si potrà entrare nell'ufficio.

--------------------------
Aggiornamento 1 maggio. Nel comune di Pievepelago resta segnalata solo la positività della persona accertata nei giorni scorsi, in isolamento domiciliare precauzionale.
Per la prima volta dall’inizio pandemia, nessun contagio è stato segnalato nella zona del Frignano. E’ un risultato importante che premia lo sforzo di tutte le parti coinvolte, dalle autorità sanitarie e civili agli operatori sanitari, le forze dell’ordine e tutta la popolazione. In occasione della Festa del Lavoro è anche un auspicio che, pur gradualmente, si possano presto riprendere tutte le attività occupazionali.

Intanto, continuiamo a rispettare le norme! Per le nuove disposizioni regionali in vigore da lunedì 4 maggio, ricordiamo la pagina esplicativa:
regione.emilia-romagna.it/…/coronavirus-nuova-ordinanza-dal…

Domani 2 maggio gli uffici comunali saranno chiusi alle richieste telefoniche e di prenotazione incontri, che riprenderanno lunedì. Da lunedì 4 maggio riaprirà l’isola ecologica di Pievepelago, sarà obbligatorio entrare un utente per volta, fino a quando non è uscito un altro dal cancello di destra; tutti con la mascherina e i guanti, a distanza di sicurezza dall’operatrice che passerà lo scontrino dalla porta o finestra; non si potrà entrare nell'ufficio.

1.5.2020: Coronavirus, nuova importante Ordinanza Regionale in vigore dal 4 maggio: http://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/attualita/coronavirus-nuova-ordinanza-dal-4-maggio-obbligo-mascherine-riaprono-parchi-e-giardini-biblioteche-per-il-solo-prestito-e-cimiteri/ordinanza-30-aprile-2020-decreto-74_2020.pdf?fbclid=IwAR0cxU_8GCvqeF9xw2_v2ZdJUMInLDFAHyalpOhtlvZ1H3V-pYRr2RgSgvY riaprono parchi e giardini, biblioteche (per il solo prestito) e cimiteri. Sì all'attività sportiva e motoria. Via libera agli spostamenti (rientro in giornata) per la manutenzione delle seconde case.

Il Comunicato della Regione (https://www.regione.emilia-romagna.it/):
Mascherine obbligatorie in Emilia-Romagna nei locali aperti al pubblico e nei luoghi all’aperto, laddove non sia possibile mantenere il distanziamento di un metro. Possibilità di raggiungere le seconde case per le attività di manutenzione, ma anche di praticare l’allenamento e l’attività motoria e sportiva all’aperto, solo in forma individuale. Riapertura di parchi e giardini (ma non le spiagge), biblioteche (per la sola attività di prestito, non di consultazione) e cimiteri.

E’ quanto prevede - a partire da lunedì 4 maggio - la nuova ordinanza firmata il 30 aprile dal presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini.

L’atto definisce anche le modalità di organizzazione del trasporto pubblico locale, per far fronte alla riapertura di parte delle attività produttive, garantendo sempre la sicurezza sanitaria.

Restano le norme sul distanziamento sociale, così come gli spostamenti per lavoro, salute e assoluta e comprovata urgenza definiti nel Decreto governativo. Fare la spesa sarà consentito in ambito provinciale e la visita ai “congiunti”, così come definiti sempre nel provvedimento governativo, in quello regionale.

Restano sospese le visite agli ospiti delle strutture sociosanitarie residenziali per persone non autosufficienti.

Seconde case, camper, roulotte
Da lunedì 4 maggio sarà dunque possibile raggiungere seconde case, camper e roulotte di proprietà per compiere le necessarie attività di manutenzione. Ci si potrà spostare solo nell’ambito della stessa provincia, individualmente e rientrando in giornata alla propria abituale abitazione.

E’ concesso - sempre in ambito provinciale - anche l’accesso ai locali di qualsiasi attività sospesa, per lo svolgimento di lavori di vigilanza, manutenzione, pulizia e sanificazione nonché per ricevere in magazzino beni e forniture.

Riaprono parchi e giardini pubblici, sì all’attività fisica e all’allevamento e addestramento di animali
Riaprono i parchi e i giardini pubblici, ma i sindaci potranno disporre la temporanea chiusura di aree in cui non sia possibile garantire il rispetto del divieto di assembramento o delle distanze di sicurezza di un metro.

È consentita l’attività motoria e sportiva all’aperto come ciclismo, corsa, equitazione, pesca sportiva e caccia di selezione. Anche in questo caso, però, solo in ambito provinciale, in forma individuale e nel rispetto della distanza di sicurezza di due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro negli altri casi.

Via libera anche all’allenamento in forma individuale di atleti professionisti e non professionisti riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano, dal Comitato Italiano Paralimpico e dalle rispettive Federazioni, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento in strutture a porte chiuse, anche per gli atleti di discipline sportive non individuali.
Sono consentiti l’allevamento o l’addestramento di animali assicurando il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro.

Cimiteri
Anche i cimiteri potranno riaprire e saranno le amministrazioni comunali a dettare orari e modalità di accesso.

Biblioteche
Per la sola attività di prestito (non dunque di consultazione), l’ordinanza consente la riapertura delle biblioteche. Consegna e restituzione dei volumi dovranno essere organizzate in modo da evitare qualsiasi rischio di contagio.

Trasporto pubblico
Dal 4 maggio, i servizi di trasporto pubblico – su ferro e gomma - dovranno tenere conto della accresciuta domanda di mobilità, legata alla riapertura di parte delle attività produttive. In particolare, l’offerta del servizio ferroviario regionale dovrà essere aumentata del 50% rispetto a quella attuata fino al 3 maggio, attestandosi su un valore del 60% rispetto ai servizi effettuati nel periodo pre-emergenza.

Sugli autobus sarà sospesa l'attività di bigliettazione a bordo da parte degli autisti e incentivata la vendita di biglietti con sistemi telematici e self-service; i passeggeri potranno salire e scendere sia dalla porta centrale che da quella posteriore, evitando il contatto tra chi sale e chi scende e saranno adottati accorgimenti per la separazione della postazione di guida.

---------------------------------
Aggiornamento 30 aprile 2020. Nel comune di Pievepelago resta segnalata la sola positività della persona accertata nei giorni scorsi, in isolamento domiciliare precauzionale.

 In provincia e regione cala ancora il numero dei contagiati e dei casi attivi, ma non deve calare l’attenzione al rispetto dei comportamenti di prevenzione per completare i risultati sperati.

 Venerdì 1 maggio 2020 in tutta la Regione Emilia Romagna, ad esclusione di farmacie, edicole e distributori di carburante, saranno sospese tutte le attività di commercio al dettaglio e all’ingrosso comprese le attività di vendita di alimentari. Resterà invece consentita la vendita su ordinazione con consegna a domicilio di qualsiasi genere merceologico.

Nelle FAQ sull'argomento: https://www.regione.emilia-romagna.it/coronavirus/faq-attivita-e-strutture-commerciali si precisa che la vendita per asporto sarà effettuata previa ordinazione on-line o telefonica, garantendo che gli ingressi per il ritiro dei prodotti ordinati avvengano per appuntamenti, dilazionati nel tempo, allo scopo di evitare assembramenti all'esterno e consentendo nel locale la presenza di un cliente alla volta, assicurando che permanga il tempo strettamente necessario alla consegna e al pagamento della merce e nel rispetto delle misure di cui all’Allegato 5 del D.P.C.M. 10 aprile 2010.

  Sabato 2 maggio gli uffici comunali saranno chiusi anche alle richieste telefoniche e di prenotazione incontri, che riprenderanno da lunedì.

 A precisare un precedente post dove si riassumevano le misure governative tratte dal sito della Presidenza Consiglio Ministri dal 4 maggio, a proposito dell’accessibilità dei parchi, riportiamo il TESTO INTEGRALE degli ARTICOLO D/E  DEL DPCM 26 APRILE:  

 -d) è vietata ogni forma di assembramento di  persone  in  luoghi pubblici e privati; il sindaco può disporre la  temporanea  chiusura di specifiche aree in cui non sia possibile assicurare altrimenti  il rispetto di quanto previsto dalla presente lettera;

 -e) l'accesso del pubblico ai parchi, alle  ville  e  ai  giardini pubblici è condizionato al  rigoroso  rispetto  di  quanto  previsto dalla lettera d), nonché' della distanza di sicurezza  interpersonale di un metro; il sindaco  può  disporre  la  temporanea chiusura di specifiche aree in cui non sia  possibile  assicurare  altrimenti  il rispetto  di  quanto  previsto  dalla  presente  lettera;   le   aree attrezzate per il gioco dei bambini sono chiuse.

-------------------------

Aggiornamento 29 aprile 2020. Nel comune di Pievepelago resta segnalata solo la positività della persona accertata nei giorni scorsi, in isolamento domiciliare precauzionale.
In provincia e regione cala ancora il numero dei contagiati e dei casi attivi, per questo è il momento di continuare coi comportamenti di prevenzione che stanno dando risultati incoraggianti.

Per avere aggiornamenti e chiarimenti sulle nuove disposizioni legislative nazionali e regionali, segnaliamo il sito nazionale http://www.governo.it/it/faq-iorestoacasa
ed il sito regionale https://www.regione.emilia-romagna.it/coronavirus

Domani dalle 9 alle 13 prosegue la distribuzione di mascherine presso il municipio. Sabato 2 maggio invece gli uffici comunali saranno chiusi anche alle richieste telefoniche e di prenotazione incontri.

Venerdì 1 maggio 2020 in tutta la Regione Emilia Romagna, ad esclusione di farmacie, edicole e distributori di carburante, saranno sospese tutte le attività di commercio al dettaglio e all’ingrosso comprese le attività di vendita di alimentari. Resterà invece consentita la vendita on line o su ordinazione con consegna a domicilio di qualsiasi genere merceologico.

Da lunedì 4 maggio riaprirà l’isola ecologica di Pievepelago, sarà obbligatorio entrare un utente per volta, fino a quando non è uscito un altro dal cancello di destra; tutti con la mascherina e i guanti, a distanza di sicurezza dall’operatrice che passerà lo scontrino dalla porta o finestra; non si potrà entrare nell'ufficio.

-----------------------------
Aggiornamento 28 aprile 2020. A Pievepelago resta segnalata solo la positività della persona accertata nei giorni scorsi, in isolamento domiciliare precauzionale. In provincia e regione cala ancora il numero dei contagiati, ma i nuovi casi e decessi sull’Appennino Modenese inducono a tenre altissima l’attenzione nel rispetto delle norme comportamentali.

Il decreto del Presidente del Consiglio è visibile con tutti i dettagli dei prossimi provvedimenti dal 4 maggio su https://www.gazzettaufficiale.it/…/id/2020/04/27/20A02352/sg

Sabato 2 maggio gli uffici comunali saranno chiusi anche alle richieste telefoniche e di prenotazione incontri.

Da lunedì 4 maggio riaprirà l’isola ecologica di Pievepelago, sarà obbligatorio entrare un utente per volta, fino a quando non è uscito un altro dal cancello di destra; tutti con la mascherina e i guanti, a distanza di sicurezza dall’operatrice che passerà lo scontrino dalla porta o finestra, non si può entrare nell'ufficio.

 ------------------------------------
Aggiornamento 27 aprile 2020. A Pievepelago resta segnalata solo la positività della persona accertata nei giorni scorsi, in isolamento domiciliare precauzionale, come previsto dalle norme vigenti. In provincia e regione cala ancora il numero dei contagiati, ma vi sono ancora nuovi casi sull’Appennino Modenese. Stringiamo ulteriormente i denti e cerchiamo di arginare questa pressione alla nostra zona adottando i comportamenti più corretti, necessari per la salute pubblica.

Sulle nuove misure governative ipreviste dal drecto di oggi (in vigore dal 4 maggio), riportiamo un sunto pubblicato dal sito della Presidenza Consiglio Ministri:
"Per quanto riguarda gli spostamenti, questi saranno possibili all’interno di una stessa Regione per motivi di lavoro, di salute, necessità o visita ai parenti; gli spostamenti fuori Regione saranno invece consentiti per motivi di lavoro, di salute, di urgenza e per il rientro presso propria abitazione.
Obbligatorio l’utilizzo delle mascherine sui mezzi pubblici.
Sarà consentito l’accesso ai parchi pubblici rispettando la distanza e regolando gli ingressi alle aree gioco per bambini, fermo restando la possibilità da parte dei Sindaci di precludere l’ingresso qualora non sia possibile far rispettare le norme di sicurezza.
Per quanto riguarda le cerimonie religiose, saranno consentiti i funerali, cui potranno partecipare i parenti di primo e secondo grado per un massimo 15 persone. Inoltre, già nei prossimi giorni si studierà un protocollo che consenta quanto prima la partecipazione dei fedeli alle celebrazioni liturgiche in condizioni di massima sicurezza.
Previste regole più stringenti per chi ha febbre sopra i 37.5 gradi e sintomatologie respiratoria: obbligo di restare a casa e avvertire il proprio medico.
Per quanto riguarda le attività di ristorazione, oltre alla consegna a domicilio, sarà consentito il ritiro del pasto da consumare a casa o in ufficio.
A partire dal 4 maggio potranno quindi riprendere le attività manifatturiere, di costruzioni, di intermediazione immobiliare e il commercio all’ingrosso. Per queste categorie, già a partire dal 27 aprile sarà possibile procedere con tutte quelle operazioni propedeutiche alla riapertura come la sanificazione degli ambienti e per la sicurezza dei lavoratori .
Per consentire una graduale ripresa delle attività sportive, a partire dal 4 maggio saranno consentite le sessioni di allenamento a porte chiuse degli atleti di sport individuali.
Per quanto riguarda il sostegno a famiglie, lavoratori e imprese, il Presidente ha ricordato che tra gennaio e marzo l'INPS ha accolto 109.000 domande in più di reddito e pensione di cittadinanza, 78.000 domande per il bonus baby-sitting e 273.000 per quanto riguarda i congedi straordinari per le famiglie. Inoltre al momento sono stati liquidati quasi 3,5 mln di richieste per il bonus da €600 per autonomi, professionisti, co.co.co, agricoli e lavoratori dello spettacolo, per un totale di 11 milioni di domande calcolando anche quelle per la cassa integrazione."
--------------------------

ggiornamento 26 aprile 2020. A Pievepelago resta segnalata solo la positività della persona accertata nei giorni scorsi, in isolamento domiciliare precauzionale come previsto dalle norme vigenti.
L’altalenante calo dei casi di positività in Italia ed in Regione indica che siamo una fase meno grave delle precedenti, ma non ancora esente da rischi. Così anche nel nostro Appennino, dove continuano a registrarsi così di positività nel Frignano. In attesa dei nuovi imminenti provvedimenti Governativi, invitiamo quindi tutti a proseguire con attenzione le norme di salvaguardia della salute propria, dei nostro cari e della popolazione tutta.

Da domani mattina riprende la distribuzione di mascherine presso la sede municipale. I Servizi Sociali accoglieranno eventuali nuove richieste per ottenere i ‘buoni spesa’ governativi. Le persone a cui vengono concessi, sono poi avvisate telefonicamente dal personale addetto dopo la verifica del possesso dei requisiti previsti dalla legge. Info: http://www.comune.pievepelago.mo.it/…/emergenza_coronavirus…

-------- 
Aggiornamento 25 aprile 2020. A Pievepelago resta segnalata solo la positività della persona accertata nei giorni scorsi, in isolamento domiciliare precauzionale, come previsto dalle norme vigenti.

In Provincia e Regione anche oggi sono calati i contagiati e i decessi. Prudenza vuole che continuiamo ancora a comportarci col massimo rigore per stabilizzare questo calo e rendere possibile un allentamento delle misure ristrettive.

Sul sito https://www.regione.emilia-romagna.it/…/misure-straordinarie
trovate tutti i provvedimenti che possono dare un aiuto a famiglie, studenti ed imprese in questo difficile momento, tra cui:
- Credito a tassi zero per piccole e medie imprese;
- sostegno tirocinanti: a favore delle persone con disabilità e a tutti coloro che svolgono tirocinio in aziende private;
- Sicurezza delle strutture alberghiere: finanziamenti a favore delle strutture alberghiere e dei campeggi per dotarsi di impianti di sanificazione; - Progetti innovativi per la messa in sicurezza Covid degli ambienti di lavoro;
- dimezzamento o l'azzeramento dell'Irap per aziende, esercizi commerciali, artigiani e professionisti nei comuni montani;
- Assistenza tecnica ai tavoli provinciali per la sicurezza nei luoghi di lavoro e diffusione alle imprese delle modalità di sicurezza sui luoghi di lavoro:
- Smart working: sostegno agli Enti pubblici per avvio e consolidamento
- Indennità compensative alle aziende di montagna, semplificazione delle procedure amministrative per l’assegnazione dei carburanti agevolati, ora possibile anche on line.
- Scuola: Superamento digital divide nella scuola: misura per permettere a tutti gli alunni e agli studenti di seguire le lezioni a distanza (schede prepagate per la connessione internet, pc e tablet).


---------------------------------
Aggiornamento 24 aprile 2020. A Pievepelago resta segnalata solo la positività della persona accertata nei giorni scorsi, asintomatica, in isolamento domiciliare precauzionale come previsto dalle norme vigenti.
In Provincia e Regione continuano a calare sensibilmente i contagiati e i decessi. E’ un segnale molto positivo, ma non definitivo: ci vengono ancora chieste delle giornate di sacrificio, ma speriamo siano le ultime e per far ciò dobbiamo proseguire ancora per un po’ nel massimo rispetto delle norme vigenti.

Domani sarà una ricorrenza del ‘25 aprile' diversa da tutte le altre. Il settantacinquesimo anniversario della Liberazione dal nazifascismo giunge quasi silenzioso ai tempi del coronavirus; ma forse le aspettative di un tempo saranno in qualche modo riflesse anche nell’attuale situaione.

Domani sabato 25 aprile e venerdì 1 maggio 2020 in tutta la Regione Emilia Romagna, ad esclusione di farmacie, edicole e distributori di carburante, saranno sospese tutte le attività di commercio al dettaglio e all’ingrosso comprese le attività di vendita di alimentari. Resterà invece consentita la vendita on line o su ordinazione con consegna a domicilio di qualsiasi genere merceologico. Péreviste aperture domenicali.

Per il taglio legna, si riporta il comunicato del Presidente dell’ Unione del Frignano: "... il taglio per autoconsumo fa riferimento allo stato di necessità determinato dall'esigenza di procurarsi la legna entro il termine di scadenza del taglio: 29 aprile per la quercia e 15 maggio per il faggio.
Entro queste date anche i privati possono tagliare la legna per autonsumo effettuando il solo abbattimento e sramatura delle piante La pezzatura e il trasporto dovrà essere fatta più avanti un volta superata l'emergenza coronavirus come da DPCM. L a pezzatura dei tronchi e il loro asporto non è riconducibile a stato di necessità in quanto si potrà fare anche nei prossimi mesi. Resta confermato che le aziende agricole e le imprese forestali regolarmente iscritte non hanno alcuna limitazione se non quelle del regolamento forestale regionale".


----------------
Aggiornamento 23 aprile 2020. A Pievepelago resta segnalata solo la positività della persona accertata nei giorni scorsi, asintomatica, in isolamento domiciliare precauzionale come previsto dalle norme vigenti.
In Provincia e Regione continuano a calare sensibilmente i contagiati, che ora sono soprattutto in isolamento a casa, cioè con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o privi di sintomi. Ma continuiamo a comportarci adeguatamente per evitare generali ricadute.

Ricordiamo che domani mattina dalle 9 alle 13 è possibile ritirare mascherine presso gli uffici comunali, o richiederle telefonicamente (0536.71322) o via mail (sindaco@comune.pievepelago.mo.it). Varie sono state date da distribuire gratuitamente presso esercizi commerciali.

Il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, ha firmato ieri pomeriggio un’ordinanza che disciplina e integra alcune misure restrittive sinora in vigore:
https://www.regione.emilia-romagna.it/coronavirus
Un sunto, sull’intero territorio regionale a far data dal 23 aprile 2020 e sino al 3 maggio 2020:
a) è consentita la coltivazione del terreno per uso agricolo e l’attività diretta alla produzione per autoconsumo anche all’interno di orti urbani e comunali. Tali attività potranno avvenire esclusivamente all’interno del proprio comune di residenza;
b) è consentita la vendita in esercizi commerciali al dettaglio di prodotti florovivaistici, quali a titolo di esempio semi, piante, fiori ornamentali, piante in vaso, fertilizzanti; pagina 5 di 9
c) sono consentiti i tagli boschivi per autoconsumo in presenza di una effettiva situazione di necessità, limitando gli spostamenti dalla propria residenza e comunque entro il territorio comunale di residenza, o a quello limitrofo laddove l’area boschiva si estenda anche ad esso.

-----------------------------------

Aggiornamento 21 aprile 2020. Purtroppo oggi è stato segnalato il primo caso di positività riscontrato ad una persona residente a Pievepelago. Si tratta di un caso asintomatico posto in isolamento domiciliare precauzionale, così come i suoi familiari. 

E’ sempre più necessario proseguire tutti assieme nell’osservare le norme vigenti ed adottare sempre di più i comportamenti utili ad evitare il diffondersi del virus: primo lo ‘stare a casa’, poi l’utilizzo mascherine e guanti. Questi ultimi sono obbligatori in alcuni casi, come da recente ordinanza comunale del 20.4.2020 che prevede: …. ‘che l’accesso, negli orari di apertura, a esercizi commerciali, uffici pubblici, uffici postali, istituti di credito e in ogni altro luogo chiuso in cui è previsto l’accesso generalizzato di persone nonché sui mezzi di trasporto pubblici, avvenga indossando obbligatoriamente mascherine nonchè guanti monouso qualora non sia possibile effettuare all’ingresso una puntuale disinfezione delle mani, in modo da limitare la contaminazione dell’ambiente, adottando, inoltre, tutte le misure precauzionali consentite e adeguate a proteggere sé stesso e gli altri dal contagio, come l’osservanza la distanza minima di sicurezza.
Tale disposizione non si applica alle persone che non tollerino l’utilizzo della mascherina a causa di particolari condizioni psicofisiche attestate da certificazione medica.
La presente ordinanza ha decorrenza immediata fino al giorno 03 maggio 2020, salvo diversi termini stabiliti da provvedimenti nazionali relativi al prolungamento delle misure finalizzate a fronteggiare lo stato di emergenza. L’attivazione, del procedimento sanzionatorio previsto dalle normative vigenti in materia ed in particolare l’inoltro della denuncia all’Autorità giudiziaria ai sensi dell’art. 650 del Codice Penale.”
 
Per tutta la settimana, proseguirà la distribuzione di mascherine presso la sede municipale: coi dovuti accorgimenti di distanza, dalle 9 alle 13, occorre farsi notare da una delle due finestre con apposito cartello per riceverle. Chi non potesse recarsi al municipio, può segnalarlo direttamente al sindaco (320.4233132) o per mail: sindaco@comune.pievepelago,mo.it .


--------------------------------

Aggiornamento 20 aprile 2020. Pievepelago prosegue a non avere segnalazioni di contagiati tra la popolazione; risultato sempre incoraggiante che si aggiunge al calo dei contagiati a livello provinciale e regionale. Resta alto però il numero dei decessi, sia nazionale che provinciale. Per gli esperti è comunque un periodo di ‘tregua’ nella battaglia al virus, che quindi non è ancora stato sconfitto. E’ allora necessario proseguire tutti assieme a mettere in pratica le norme vigenti ed adottare sempre le forme di precauzione, prima fra tutte lo ‘stare a casa’, le mascherine quando si esce, ecc. che iniziano a dare risultati concreti.

ADOTATTA IN DATA ODIERNA ORDINANZA SU OBBLIGO USO MASCHERINE. All’albo Pretorio:

https://www.comuneweb.it/egov/Pievepelago/Albo-Pretorio/elencoAlbo/pubblicazione.2020.229.2020-04-20.html?fbclid=IwAR0JesBa7Q8Xcq3rjma1hKG0lZup3c4vqv7-vQx6lAgXR9l3Pia0q3tJnwQ

 

I Servizi Sociali dell’Unione del Frignano proseguono nelle verifiche delle richieste che continuano a giungere per ottenere i ‘buoni spesa’ accordati dal Governo ed è stato deciso che nella nostra zona non vi sarà una scadenza prefissata nelle domande, che saranno accolte -se ne sarà accertato l’effettivo diritto- sino ad esaurimento fondi:

http://www.unionefrignano.mo.it/servizi_1/sociale_socio_sanitario/distribuzione_buoni_spesa.aspx

 -----------------------------------





Aggiornamento 17 aprile 2020. Pievepelago prosegue a non avere segnalazioni di contagiati; risultato incoraggiante che si aggiunge al calo dei nuovi contagiati in Regione che per la prima volta è la metà di quello dei guariti. Si intravvede quindi un graduale miglioramento che però non è ancora così netto per quanto riguarda i decessi: pertanto proseguono i controlli per evitare trasgressioni alle norme vigenti e non cessano gli inviti a proseguire tutti uniti nell’adozione delle forme di precauzione, prima fra tutte lo ‘stare a casa’, che iniziano a dare risultati concreti.

Per gli aggiornamenti legislativi regionali:
https://www.regione.emilia-romagna.it/coronavirus

Aggiornate alla data odierna anche le FAC sul sito regionale:
https://www.regione.emilia-romagna.it/…/faq-attivita-e-stru… (relative a strutture ricettive, attività commerciali consentite nei prefestivi e festivi, distributori automatici, commercio su aree pubbliche, consegne a domicilio, impianti sportivi).


----------------------------------------------
Aggiornamento 16 aprile 2020: Pievepelago prosegue a non avere segnalazioni di persone contagiate tra la popolazione. Oggi è iniziata la graduale distribuzione dei ‘buoni acquisto’ ai cittadini che hanno presentato richiesta ai Servizi Sociali dell’Unione comuni Frignano, man mano che si completano le istruttorie del caso. Gli interessati vengono avvisati telefonicamente per il ritiro di detti buoni presso il Municipio.
---------------------------------------------

Aggiornamento 15 aprile 2020: neppure oggi sono giunte segnalazioni di persone contagiate tra la popolazione di Pievepelago. In provincia di Modena i contagi sono in calo, ma non i decessi. E’ certo ripetitivo, ma sarà necessario ancora per un po’, l’invito a ciascuno di noi a mantenere comportamenti responsabili per garantire la salute dei propri cari e degli altri cittadini del nostro paese.

Per qualunque necessità o segnalazione di ogni possibile problema causato dall’attuale situazione, potete sempre chiamarci:

Uffici Municipio (tel. 0536.71322).

Servizi Sociali (0r236,71322 interno 27)

Sindaco Corrado Ferroni (320.4233132.
o segnalarlo per mail (sindaco@comune.pievepelago.mo.it).


-------------------------------------

Aggiornamento 14 aprile 2020. Pievepelago continua a non avere segnalazioni di contagiati. Proseguono comunque serrati i controlli per evitare trasgressioni alle norme vigenti e gli inviti a proseguire compatti nelle necessarie forme di precauzione, prima fra tutte lo ‘stare a casa’.

I Servizi Sociali dell’Unione del Frignano stanno proseguendo nelle verifiche delle richieste giunte per ottenere i ‘buoni spesa’ accordati dal Governo. Gli interessati saranno gradualmente informati direttamente delle assegnazioni.

Domani sarà ancora possibile, per chi non l’avesse ancora ricevuta, richiedere le mascherine fornite ai comuni dalla Regione Emilia Romagna. Si tratta di due modelli omologati, che il Comune ha distribuito a domicilio alle persone residenti con più di 70 anni. Dopo la distribuzione nelle frazioni a cura dei consiglieri comunali di riferimento, anche domattina ci si può recare (con le cautele del caso) presso gli sportelli degli uffici su piazza V.Veneto del Municipio, dalle 9 alle 13, facendosi notare dalle finestre con apposito cartello.

Per le nuove normative in vigore da oggi per le attività produttive, consigliamo il sito: http://www.regione.emilia-romagna.it/coronavirus/norme , che contiene anche i provvedimenti regionali. 

A fondo pagina, copia integrale dell' ORDINANZA REGIONALE 11 APRILE 2020 DECRETO 61/2020

----------------------------------

Aggiornamento 13 aprile 2020: neppure oggi sono giunte segnalazioni di persone contagiate tra la popolazione di Pievepelago.
Domani sarà ancora possibile, per chi ne necesita, richiedere le mascherine fornite ai comuni dalla Regione Emilia Romagna. Si tratta di due modelli omologati, che il Comune ha distribuito a domicilio alle persone residenti con più di 70 anni. Dopo la distribuzione nelle frazioni a cura dei consiglieri comunali di riferimento, domattina ci si può recare (con le cautele del caso) presso gli sportelli degli uffici su piazza V.Veneto del Municipio, dalle 9 alle 13 (basta bussare alle finestre con l'apposito cartello).
E’ questo uno degli accorgimenti da adottare per vincere la battaglia contro l’epidemia, ma non il solo. Per la ‘vittoria’ occorre ancora rispettare tutte le norme igieniche e comportamentali prescritte dall’attuale situazione che vede sì un miglioramento nelle guarigioni, ma non ancora un deciso calo dei casi più gravi. Ed anche i contagi in Appennino hanno un preoccupante aumento generale. Continuiamo a perseverare nelle precauzioni comportamentali, per riuscire a passare tutti assieme indenni da questo difficile momento.

------------------------------------
Aggiornamento 12 aprile 2020, Pasqua. Anche oggi non è stato rilevato alcun caso di contagio tra la popolazione di Pievepelago. Non è un ‘regalo’ ma un frutto da mantenere. E’ doveroso ringraziare tutti coloro che anche nella giornata odierna hanno rispettato le regole vigenti: non è certo piacevole vedere il paese deserto, immaginando i sacrifici di tante famiglie e di tutte le nostre attività economiche. Pensiamo che è un sacrificio che dobbiamo fare e continuare a fare, perché i contagi ancora non si arrestano né a Modena né in altri centri del nostro Appennino. Rinnoviamo gli auguri di una Buona Pasqua da parte dell’Amministrazione Comunale, con l’auspicio che questa esperienza ci rafforzi in futuro nel superare assieme le difficoltà che si incontreranno nella ripresa, certi che con l’unione di intenti il paese rifiorirà.

-----------------------------------
Aggiornamento 11 aprile 2020: anche oggi non è stato rilevato alcun caso di contagio tra la popolazione di Pievepelago. Il nuovo aumento di morti nella provincia di Modena ed il prolungamento governativo delle misure restrittive ci evidenziano come la ‘battaglia’ contro l’epidemia non sia ancora nella fase di un netto calo dei contagi e dei decessi. Nonostante il periodo di festa e bel tempo, continuiamo dunque col sacrificio di restare a casa, per essere premiati con la ‘vita’ nostra, dei nostri cari e di chi lotta in prima linea.
Oggi è terminata la prima fase di distribuzione delle mascherine fornite dalla regione Emilia Romagna (a domicilio per gli ultrasettantenni). Da martedì chi ne fosse sprovvisto può recarsi (con le cautele del caso) presso gli sportelli degli uffici su piazza V.Veneto del Municipio, dalle 9 alle 13.

Per le nuove normative del Dpcm 10 aprile 2020 consigliamo il sito: http://www.regione.emilia-romagna.it/coronavirus/norme , che contiene anche i provvedimenti regionali

L’Amministrazione Comunale di Pievepelago invia a tutti i cittadini i più sentiti auguri di BUONA PASQUA. E’ una Pasqua davvero inimmaginabile sino a pochi mesi fa, da trascorrere in casa e lontano da parenti, amici e mete turistiche. Nel ringraziare tutti coloro che continuano ad operare con sacrificio nella lotta contro l’epidemia, auspichiamo che l’esempio di Cristo Risorto dia a tutta la nostra popolazione la forza di proseguire con Forza, Pazienza e Speranza per superare tutti assieme questo difficile periodo.

------------------------------------------------------------------------------

Aggiornamento 10 aprile 2020: neppure oggi sono giunte segnalazioni di persone contagiate tra la popolazione di Pievepelago.
Oggi, Venerdì Santo, è una data significativa del Sacrificio, e nel nostro piccolo tutti dovremo continuare anche nei prossimi giorni fare dei sacrifici nel restare a casa e rispettare tutti i divieti in vigore. Ma è l’unico modo per contribuire a far cessare il propagarsi dell’epidemia, che continua una fase leggermente calante ma miete ancora tantissime vittime nella nostra Provincia.

Oggi è iniziata, ed è già a buon punto, la distribuzione delle mascherine fornite ai comuni dalla Regione Emilia Romagna. Si tratta di due modelli omologati, che il Comune distribuisce A DOMICILIO alle persone residenti con più di 70 anni.
Per le altre persone che ne necessitano, sono istituiti punti di distribuzione nel capoluogo, a S.Annapelago, a S.Andreapelago, a Roccapelago ed a Tagliole.
Nel capoluogo, al mattino dalle 10 alle 13 feriali recandosi presso il Municipio (tel. 0536.71322).
A S.Annapelago tramite il vice-sindaco Maurizio Micheli (320.4233134).
A S.Andreapelago tramite il consigliere Orazio Nardini (339.6579319).
A Roccapelago tramite il sindaco Corrado Ferroni (320.4233132.
A Tagliole tramite la consigliere Nicoletta Succi (333.9667021).
Eventuali ulteriori segnalazioni di richiesta mascherine possono essere effettuate per mail (sindaco@comune.pievepelago.mo.it) o telefonicamente al sindaco.

Appena i Servizi Sociali avranno concluso l’istruttoria per definire gli assegnatari dei beneficiari, inizierà la distribuzione del ‘Buoni aquisto’ avvisando direttamente gli interessati. Si ricorda comunque che i buoni saranno spendibili esclusivamente per le seguenti categorie merceologiche:
- PRODOTTI ALIMENTARI, CON ESCLUSIONE DELLE BEVANDE ALCOLICHE;
- PRODOTTI PER L’IGIENE PERSONALE E PER LA PULIZIA DELLA CASA, CON
ESCLUSIONE DEI COSMETICI E DEI GENERI DA MAQUILLAGE;
- PRODOTTI IGIENICI ED ALIMENTI PER BAMBINI E NEONATI;
- PRODOTTI PARAFARMACEUTICI E FARMACI;
- RICARICHE TELEFONICHE;
- CARBURANTI.

----------------------------------------------


AGGIORNAMENTO E COMUNICATO DISTRIBUZIONE MASCHERINE

Aggiornamento 9 aprile 2020: Pievepelago prosegue a non avere segnalazione di contagiati fra i propri residenti. Per continuare a restare in questa situazione occorre che tutti perseveriamo nell’attuare col massimo rispetto le norme e i comportanti corretti. Tra questi, l’uso delle mascherine quando dobbiamo (e non possiamo fare altrimenti) frequentare altre persone.
Da domani 10 aprile inizierà a Pievepelago la distribuzione delle mascherine fornite ai comuni dalla Regione Emilia Romagna.
Il Comune distribuirà A DOMICILIO tali mascherine alle persone residenti con più di 70 anni.
Per le altre persone che ne necessitano, sono istituiti punti di distribuzione nel capoluogo, a S.Annapelago, a S.Andreapelago, a Roccapelago ed a Tagliole.
Nel capoluogo, al mattino dalle 10 alle 13 feriali recandosi presso il Municipio (tel. 0536.71322).
A S.Annapelago tramite il vice-sindaco Maurizio Micheli (320.4233134).
A S.Andreapelago tramite il consigliere Orazio Nardini (339.6579319).
A Roccapelago tramite il sindaco Corrado Ferroni (320.4233132.
A Tagliole tramite la consigliere Nicoletta Succi (333.9667021).
Eventuali ulteriori segnalazione di richiesta mascherine possono essere effettuate per mail (sindaco@comune.pievepelago.mo.it) o telefonicamente al sindaco.

--------------------------------------------------------------------

Aggiornamento 7 aprile 2020: ancora non sono giunte segnalazioni di contagio tra la popolazione di Pievepelago. Il dato provinciale desta però ancora serie preoccupazioni e non ci stanchiamo di ripetere di proseguire negli sforzi nel rispettare scrupolosamente le normative vigenti. Occorre anche resistere al particolare periodo della stagione: nonostante il bel tempo facciamo questo sacrificio di restare in casa per garantire un futuro sicuro a noi ed alla nostra popolazione.
Sul sito regionale https://www.regione.emilia-romagna.it/coronavirus trovate tutte le nuove normative statali e regionali da seguire.
Sul sito comunale www.comune.pievepelago.mo.it le modalità per i buoni acquisto: chiariamo che non c’è una scadenza prefissata. La data del 7 aprile è relativa solo all’adesione dei negozianti. Continuiamo uniti nello sforzo comune per respingere l’epidemia! Stiamo a casa!!
----------------------------
Emergenza Coronavirus: disposto differimento e sospensione tributi comunali ed entrate patrimoniali in scadenza.
 
Un aiuto concreto ai cittadini ed alle imprese, costretti a confrontarsi con le forti difficoltà indotte dall’emergenza epidemiologica in corso da Coronavirus. È quanto ha predisposto il Comune di Pievepelago, con la disposizione del differimento e della sospensione del pagamento dei tributi comunali ed entrate patrimoniali.
A tal proposito il 2 Aprile infatti la Giunta ha approvato una delibera specifica in cui: • Viene differito all’01/07/2020 il pagamento di tutti i tributi comunali ed entrate patrimoniali in scadenza nei mesi di Febbraio, Marzo, Aprile e Maggio;
 
• È stato sospeso il pagamento delle rate relative alle rateazioni di tutti gli accertamenti attinenti ai tributi comunali con scadenza nel periodo compreso dall’8 marzo al 30 giugno 2020. È stato disposto che il numero delle rate previsto nel provvedimento di concessione della rateazione è automaticamente aumentato di un numero di rate pari a quelle oggetto di sospensione;
 
• Resta infine ferma la possibilità per i contribuenti di versare volontariamente alle scadenze indicate, anche se sono oggetto di differimento o sospensione.

----------------------------------------------------------------------------

Aggiornamento 6 aprile 2020: proseguiamo a non avere segnalazioni di contagio tra la popolazione di Pievepelago. E’ un dato molto positivo ma che non deve esser considerato un traguardo, anzi proprio adesso è necessario intensificare gli sforzi nel rispettare scrupolosamente le normative vigenti. Un rispetto che si può migliorare, dato che vengono ancora segnalate persone che non sempre attuano il divieto di spostamento se non per lavoro o gravi motivi, mentre ad altre va rinnovato l’invito ad utilizzare mascherine (o altro tessuto idoneo) quando fanno la spesa o in altri momenti di vicinanza ad altre persone. Per gli spostamenti, anche all’interno del comune, abbiamo disposto maggiori controlli in questa settimana, decisiva per giungere all’auspicato calo dei casi di contagio in provincia, che ancora paga un conto pesante all’epidemia.
Sul sito regionale https://www.regione.emilia-romagna.it/coronavirus trovate tutte le nuove normative statali e regionali da seguire. Sul QUESTO sito le modalità per i buoni acquisto. Presto saranno pubblicate le modalità per la consegna delle mascherine che giungeranno da Protezione Civile e Regione. Continuiamo uniti nello sforzo comune per respingere l’epidemia! Stiamo a casa!!

------------------------

Aggiornamento 5 aprile 2020: anche oggi non è stato rilevato alcun caso di contagio tra la popolazione di Pievepelago. ’La situazione regionale -afferma il commissario all’emergenza, Sergio Venturi (che ieri ha citato Pievepelago tra i pochi comuni esenti da contagio)-.conferma l’andamento dei giorni scorsi, con una riduzione del numero di positivi, ma un incremento dei ricoverati in terapia intensiva. … Sono comunque fiducioso sul fatto che, nel complesso, i numeri sulla riduzione del contagio possano rafforzarsi nei prossimi giorni. Indispensabile, per questo, continuare a rispettare tutte le misure restrittive.’ E su questo punto lasciateci ripetere l’invito dello ‘stare a casa’ come unico mezzo che ha la popolazione per contribuire a rallentare l’epidemia.

1) Entriamo nella settimana di Pasqua, l’appello è per chi a Pieve ha la seconda casa: quest’anno dovrete fare un sacrificio per voi e per l’economia turistica del nostro paese, ma non c’è scelta dato che la salute deve stare sempre al primo posto. Confermiamo che Comune e Forze dell’Ordine saranno inflessibili in caso di trasgressori. Le ordinanze 6 e 7 / 2020 sui controlli su eventuali presenze in residenze secondarie, immobili in locazione o similari sono pienamente in vigore: http://www.comune.pievepelago.mo.it/…/ordinanza_controlli_e…

2) Alla pagina internet http://www.comune.pievepelago.mo.it/…/emergenza_coronavirus… trovate invece il modulo per ottenere i ‘buoni acquisto’ richiedibili ai servizi sociali dell’Unione del Frignano da lunedì 6 aprile. Alla pagina http://www.comune.pievepelago.mo.it/…/buoni_spesa_avviso_pu… gli esercenti trovano il modulo di adesione dei loro esercizi di vendita interessati (che auspichiamo siano la totalità). Per chiarire gli aventi diritto, ecco un estratto dell’Associazione Comuni ANCI:
…. La competenza in merito all’individuazione della platea dei beneficiari ed il relativo contributo è attribuita all’Ufficio dei Servizi Sociali di ciascun Comune.
L’ufficio individua la platea tra: i nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19 e tra quelli in stato di bisogno.
L’ufficio darà priorità a quelli non assegnatari di sostegno pubblico ( RdC, Rei, Naspi, indennità di mobilità, cassa integrazione guadagni, altre forme di sostegno previste a livello locale o regionale). Si rileva che ciò non esclude che le risorse possano essere attribuite anche a percettori di altre forme di sostegno pubblico al reddito, ma nell’attribuzione del contributo dovrà darsi priorità a chi tale sostegno non lo riceve. I Comuni possono fornire 1) buoni spesa utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari presso gli esercizi commerciali. 2) generi alimentari o prodotti di prima necessità. I Comuni, per l’acquisto e la distribuzione dei beni di cui sopra possono avvalersi degli Enti del Terzo Settore.


------------------------------------------------------------


Aggiornamento 4 aprile 2020: ancora oggi non è stato rilevato alcun caso di contagio tra la popolazione di Pievepelago. Mentre la situazione generale pare stabilizzarsi, occorre il massimo sforzo per dare l’auspicata ‘spallata’ al coronavirus ed iniziare la curva discendente dei contagi e dei decessi.

1) Per la salvaguardia nostra e della comunità occorre ancora il massimo impegno nel rispetto delle norme e dello ‘stare a casa’. Giungono alcune segnalazioni di casi di persone di cui occorre verificare la motivazione della presenza nel nostro paese: assicuro che di queste segnalazioni viene data immediata comunicazione alle Forze dell’Ordine, al Corpo Polizia Municipale del Frignano ed altri enti competenti per le opportune rigorose verifiche, in particolare sulla validità delle motivazioni della presenza nelle abitazioni del paese. Stasera e domani sono stati intensificati i controlli sul territorio. Ricordo che sono in pieno vigore le ordinanze 6 e 7 / 2020 sui controlli su eventuali presenze in residenze secondarie, immobili in locazione o similari:
http://www.comune.pievepelago.mo.it/…/ordinanza_controlli_e…

2) Per chiarire equivoci, preciso che il Comune accetta volentieri donazioni destinate agli operatori ed alla popolazione per far fronte alle problematiche dell’emergenza che stiamo vivendo (come i prodotti alimentari giunti da Granarolo e Capricci del Bosco), ma nei doveri di tutela degli operatori e della popolazione stessa è necessario (specie se giungeranno da fonti non ufficiali) che distribuzioni tipo le mascherine debbano avere la prioritaria autorizzazione di idoneità dall’autorità sanitaria del comune (che è il Sindaco) con cui concordarne anche tempi e modi.

3) Sulle apposite pagine del sito trovate le modalità e il modulo per ottenere i ‘buoni acquisto’ richiedibili da lunedì 6 aprile; il modulo di adesione da parte degli esercizi di vendita interessati (che auspichiamo siano la totalità), e i vari aggiornamenti della situazione.

il sindaco Corrado Ferroni
-----------------------------------------------------

Aggiornamento 3 aprile 2020: anche oggi non è stato rilevato alcun caso di contagio tra la popolazione di Pievepelago. Continua però ad essere difficile la situazione nella provincia di Modena ancora con un tragico numero di decessi. Non dobbiamo allentare l’impegno di salvaguardia nostra e della comunità: restiamo uniti nel ‘restare a casa’ e nel seguire le norme comportamentali che sono l’unico modo di aiutare i benemeriti operatori sanitari e vincere la battaglia che tutti stiamo combattendo!
Nella home page di questo sito Internet trovate il link con le modalità e il modulo di richiesta dei ‘buoni spesa’, il modulo di adesione da parte degli esercizi di vendita interessati (che auspichiamo siano la totalità), e i vari aggiornamenti della situazione.

---------------
Aggiornamento 2 aprile 2020: anche oggi non è stato rilevato alcun caso di contagio tra la popolazione di Pievepelago. E’ invece molto difficile la situazione nella provincia di Modena con un tragico aumento dei decessi. Dobbiamo quindi continuare col massimo impegno a rispettare le norme vigenti, prima fra tutte lo ‘stare a casa’ che non ci stanchiamo di ripetere!

- ALCUNI IMPORTANTI AVVISI ODIERNI:
1) Cari concittadini, avrete senz’altro avuta notizia che nella giornata di ieri avevo emesso un’ordinanza per la sanificazione del palazzo comunale, ma volevo tranquillizzarvi: ad oggi non c’è nessun caso positivo a Pievepelago. Tuttavia a tutela della vostra incolumità mi sono sentito in dovere di agire in questo modo dopo aver appreso che un agente di polizia municipale di Pavullo, che il giorno 23 Marzo si era recato a Pievepelago, è risultato positivo al COVID-19. Per ulteriore precauzione l’ultimo dei nostri agenti che l’ha incontrato di persona, seppure con le dovute protezioni e per poco tempo, è attualmente in isolamento domiciliare ma sta bene. Altre due persone in isolamento domiciliare perché rientrate dall’estero non sono positive e in questi giorni stanno terminando il loro periodo di “quarantena”. Da parte mia continuerò a monitorare la situazione perché è mio dovere tutelare la vostra incolumità, mentre a voi chiedo di continuare con i comportamenti rigorosi che le autorità sanitarie e la protezione civile ogni giorno ci ricordano per ritrovarci al più presto fuori da questo incubo. Colgo l’occasione anche per comunicarvi che nella giornata di ieri e in quella di oggi abbiamo provveduto a distribuire generi alimentari (latticini e derivati) gentilmente offerti dalla ditta GRANAROLO alle persone in carico ai servizi sociali; terminato l’elenco di tali persone li abbiamo distribuiti a famiglie numerose presenti sul territorio, a persone sole, anziani e famiglie separate o comunque in difficoltà. IL SINDACO Corrado Ferroni.

2) FORNITURA STRAORDINARIA LATTICINI: proseguirà domani venerdì (dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19) la distribuzione dei latticini donatici dalla ditta Granarolo tramite la Protezione Civile; a loro un grande ringraziamento! La distribuzione sta avvenendo con priorità alle persone bisognose che si trovano in difficoltà acuite da questo periodo di epidemia individuate dai Servizi Social. Se altri necessitano di questo intervento, possono segnalarcelo.

3) Il Comune prosegue nella sua opera di tutela della popolazione. Abbiamo ordinato (congiuntamente a Fiumalbo e Riolunato) un buon numero di mascherine protettive, quando arriveranno saranno distribuite prioritariamente agli operatori sanitari. Avviseremo quando sarà possibile ampliarne la distribuzione. Ricordiamo comunque che distribuzioni da altre fonti devono avere la prioritaria autorizzazione di idoneità dall’autorità sanitaria del comune, che è il Sindaco.

4) Il Comune di Polinago ha reso noto che : "stanno girando delle persone che, con la scusa di dover consegnare delle mascherine donate dal comune, si introducono in casa. E sono armati. IL COMUNE NON STA FACENDO QUESTO TIPO DI SERVIZIO! Avvisate quante più persone possibile di non aprire a nessuno sconosciuto. La polizia è già stata allertata. NON APRITE A NESSUNO!!! Avvisate tutti i vicini, soprattutto i più anziani!. Potrebbe essere una fake news, ma in ogni caso confermiamo che il Comune non effettua questo servizio". Il Corpo Unico Polizia del Frignano aggiunge: "Non aprite a sconosciuti. Se insistono, senza aprire, avvisate che state chiamando la Polizia Locale o i Carabinieri per verificare quanto riferito. Chiamateci al 0536.327504 o fate il 112; se sono in regola attenderanno l'arrivo della pattuglia. Seguite le indicazioni dell'operatore e se riuscite segnatevi la targa del veicolo utilizzato per raggiungerla vostra abitazione. Avvisate i vostri cari, soprattutto gli anziani."

--------------------------------------------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO 1.4.2020:                                                                                
Ad oggi, 1 aprile, non è stato rilevato alcun caso di contagio tra la popolazione di Pievepelago. E’ il momento più delicato per resistere al contagio e sperare in un calo dell’epidemia, quindi vanno raddoppiati gli sforzi comuni! Stiamo a casa e seguiamo con scrupolo tutte le norme vigenti.

ECCO ALCUNI IMPORTANTI AVVISI ODIERNI:

1) FORNITURA STRAORDINARIA LATTICINI:
Il comune di Pievepelago ha ottenuto dalla ditta Granarolo un grosso quantitativo di latticini da distribuire alle persone bisognose che si trovano in difficoltà acuite da questo periodo di epidemia. I Servizi Sociali hanno già individuato e contattato persone di cui si è a conoscenza dello stato di bisogno. Se altri necessitano di questo intervento, possono recarsi (con le precauzioni del caso) presso la sede municipale GIOVEDI’ 2 APRILE, VENERDI’ 3 APRILE E SABATO 4 APRILE dalle ore 10 alle 12 e dalle 17 alle 19 per il ritiro gratuito di latte, yogurt e latticini similari. Ringrazio sentitamente la ditta Granarolo e gli amministratori che collaborano all’iniziativa

2) BUONI SPESA. Conferiamo che il Comune di Pievepelago si è attivato per l’erogazione dei fondi di cui all’Ordinanza di Protezione Civile n. 658 per quanto riguarda la ‘solidarietà alimentare’ in conseguenza all’attuale emergenza sanitaria.I Servizi Sociali dell’Unione dei Comuni del Frignano stanno già predisponendo gli atti necessari ed hanno già un proprio elenco di persone in situazioni di fragilità e di disagio economico da supportare. Nel caso vi siano altre persone che necessitano di questi aiuti, attualmente non seguite dai Servizi Sociali, le invito a contattarmi personalmente in forma strettamente privata scrivendo una mail all’indirizzo sindaco@comune.pievepelago.mo.it oppure telefonandomi al 320.4233132. (Corrado Ferroni)

3) ATTIVAZIONE SPORTELLO D'ASCOLTO
A seguito dell’emergenza sanitaria in corso il Governo ha disposto tutta una serie di limitazioni a tutela della nostra salute, queste disposizioni hanno accentuano il bisogno di informazioni e di supporto, per questo motivo, per essere più vicini ai cittadini il Comune di Pievepelago e i Comuni di Fiumalbo, Pavullo , Serramazzoni, Lama Mocogno, Polinago, Sestola, Fanano, Montecreto e Riolunato, l’Unione dei Comuni del Frignano hanno attivato un numero dedicato al quale è possibile rivolgersi.
A partire dal 2 Aprile e fino al 30 Aprile
dal lunedì al venerdì - dalle ore 9 alle ore 12
è possibile contattare il 339/6832593
I cittadini potranno chiamare questo numero per ottenere delle informazioni relative ai Servizi Sociali, per essere orientati rispetto alla rete dei servizi, o semplicemente è a disposizione per chi, in questo momento, si sente solo e ha desiderio di raccontare il proprio stato d’animo o i propri timori; al numero risponderanno le Assistenti Sociali impiegate presso l’Unione dei Comuni del Frignano.

4) Colgo l’occasione per ringraziare l’Agenzia Regionale di Protezione civile e ricordare a tutti quelli che vorranno dare un contributo anche piccolo per la gestione dell’emergenza sanitaria legata al Coronavirus, che potranno farlo versando sul conto corrente della Protezione civile regionale dell’Emilia-Romagna
IBAN: IT69G0200802435000104428964
INTESTATARIO: Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile dell'Emilia-Romagna
-----------------------------------------------------------

comunicato DISTRIBUZIONE BENI ALIMENTARI:

PREMESSO che in questo momento di particolare emergenza epidemiologica da COVID-19
molte famiglia possono trovarsi in difficoltà economiche per cui lo stato è già intervenuto con il provvedimento relativo ai buoni alimentari per la distribuzione dei quali il comune e i servizi sociali dell’Unione dei Comuni del Frignano si stanno attivando celermente;

DATO ATTO che, contestualmente, alcune importanti aziende hanno offerto spontaneamente beni di prima necessità ed in particolare una parte di questi offerti dalla ditta Granarolo sono arrivati al comune di Pievepelago ,;

DATO ATTO che l’Amm.ne Com.le intende al più presto provvedere alla distribuzione di questi prodotti consistenti in latte, yogurt, stracchino e altri derivati;

CONSIDERATO che da questa sera stessa inizierà la distribuzione alle persone in carico ai servizi sociali, ma ritenendo sussistano altre situazioni di disagio economico da supportare;;

SI invitano

Coloro che ritengono di essere in stato di indigenza o impossibilitate a recarsi a fare la spesa di beni di prima necessità a comunicare immediatamente il proprio nominativo al sindaco o telefonicamente al 320-4233132 o via mail: sindaco@comune.pievepelago .mo.it,

Naturalmente mi appello al senso civico di tutti per segnalare necessità reali e mancanza di supporti assistenziali da parte di familiari per non togliere il necessario a chi veramente ne ha bisogno.

La distribuzione è iniziata oggi pomeriggio e proseguirà negli orari soprariportati dal 2 al 4 aprile.

Tali persone saranno avvisate telefonicamente in quanto se impossibilitate al ritiro, i generi alimentari verranno recapitati direttamente all’esterno dell’abitazione da un nostro incaricato.

Sarò grato a tutti i consiglieri che mi vorranno supportare con le loro eventuali segnalazioni.

Colgo l’occasione per ringraziare l’Agenzia Regionale di Protezione civile e ricordare a tutti quelli che vorranno dare un contributo anche piccolo per la gestione dell’emergenza sanitaria legata al Coronavirus, che potranno farlo versando sul conto corrente della Protezione civile regionale dell’Emilia-Romagna
IBAN: IT69G0200802435000104428964
INTESTATARIO: Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile dell'Emilia-Romagna

Pievepelago lì, 1-04-2020
IL SINDACO
Corrado Ferroni



-------------------------
---------------------------------------------



31.3.2020 - MISURE URGENTI PER SOLIDARIETA’ ALIMENTARE. 

  Avviso la popolazione che il Comune di Pievepelago si è attivato per l’erogazione dei fondi di cui all’Ordinanza di Protezione Civile n. 658 per quanto riguarda la ‘solidarietà alimentare’ in conseguenza all’attuale emergenza sanitaria.

I Servizi Sociali dell’Unione dei Comuni del Frignano stanno già predisponendo gli atti necessari ed hanno già un proprio elenco di persone in situazioni di fragilità e di disagio economico da supportare. Nel caso vi siano altre persone che necessitano di questi aiuti, attualmente non seguite dai Servizi Sociali, le invito a contattarmi personalmente in forma strettamente privata scrivendo una mail all’indirizzo sindaco@comune.pievepelago.mo.it oppure telefonandomi al 320.4233132.

IL SINDACO Corrado Ferroni

 Un estratto dell’Associazione Comuni ANCI: …. La competenza in merito all’individuazione della platea dei beneficiari ed il relativo contributo è attribuita all’Ufficio dei Servizi Sociali di ciascun Comune. L’ufficio individua la platea tra: i nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19 e tra quelli in stato di bisogno. L’ufficio darà priorità a quelli non assegnatari di sostegno pubblico ( RdC, Rei, Naspi, indennità di mobilità, cassa integrazione guadagni, altre forme di sostegno previste a livello locale o regionale). Si rileva che ciò non esclude che le risorse possano essere attribuite anche a percettori di altre forme di sostegno pubblico al reddito, ma nell’attribuzione del contributo  dovrà darsi priorità a chi tale sostegno non lo riceve. I Comuni possono fornire 1) buoni spesa utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari presso gli esercizi commerciali. 2) generi alimentari o prodotti di prima necessità. I Comuni, per l’acquisto e la distribuzione dei beni di cui sopra possono avvalersi degli Enti del Terzo Settore.

- - - - - -

31.3.2020: Auspicando che continuino a non esserci casi di contagio a Pievepelago, aggiorneremo la situazione tutte le sere sulla pagina facebook del comune dopo aver ricevuto (verso le ore 19) i dati del giorno da Usl/Protezione Civile, senza stancarci di  invitare ad aumentare gli sforzi per rispettare al massimo sia gli obblighi che le raccomandazioni di legge, primo fra tutti lo ‘stare a casa’.

Sul sito regionale https://www.regione.emilia-romagna.it/ gli aggiornamenti per tutti i quesiti, anche per le attività produttive sospese, salvo quelle essenziali; tutte le misure anti Covid-19; il nuovo Decreto del Governo: stretta sugli spostamenti; le sanzioni. Chiusure negozi, bar e ristoranti. L’elenco di aziende e esercizi aperti, fra cui alimentari e farmacie (distanza 1 metro)...

Per qualsiasi necessità la popolazione ci può chiamare: sindaco Corrado Ferroni: 320.4233132; vicesindaco Maurizio Micheli 320.4233133; fisso comune: 0536.71322.

-----

Aggiornamento 24.3.2020: a stamane ancora nessun contagio tra la popolazione nel Comune. A fondo pagina trovate il nuovo modulo di autocertificazione per gli spostamenti: comunque RESTATE A CASA  e muovetevi solo per estrema necessità! 


Aggiornamento 22.3.2020:
- Ad oggi nel nostro comune continuano a non esserci persone positive e nemmeno in quarantena e speriamo sia così anche nelle prossime cruciali giornate. Occorre sempre più che TUTTI si rafforzino nel RISPETTARE LE VIGENTI NORME: soprattutto nel restare a casa ed a muoversi solo per le strette necessità di lavoro e di salute, raccomandando la stretta osservanza di tutte le attuali disposizioni normative.
Per qualsiasi necessità la popolazione ci può chiamare: sindaco Corrado Ferroni: 320.4233132; vicesindaco Maurizio Micheli 320.4233133; fisso comune: 0536.71322.
Aggiornamenti su www.comune.pievepelago.mo.it.

-------------------------------------------------------------

ORDINANZA MINISTERO SALUTE 22.3.2020:
Da oggi è fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in comune diverso da quello in cui si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute.
Lo stabilisce l'ordinanza adottata congiuntamente dal ministro della Salute e dal ministro dell'Interno rimarrà efficace fino all'entrata in vigore di un nuovo decreto del presidente del Consiglio dei ministri, di cui all'articolo 3 del decreto legge numero 6/2020.

----------------------------

Aggiornamento 19.3.2020 (ore 18): Ad oggi nel nostro comune continuiamo a non avere persone positive e nemmeno in quarantena.
APPELLO DEL SINDACO:  Carissimi concittadini con riferimento alla grave situazione epidemiologica, alle normative vigenti e all’ordinanza contingibile e urgente emessa in data 18.3.2020 relativa ad eventuali presenze di persone all’interno di abitazioni secondarie, intendo rivolgervi un accorato appello: NON EFFETTUATE SPOSTAMENTI NON NECESSARI ; si può uscire solo per le motivazioni illustrate nei DPCM. Inoltre come riportato nell'ordinanza della regione Emilia Romagna n°2020/45 i parchi e giardini pubblici sono chiusi, gli spostamenti a piedi e l'uso della bicicletta sono consentiti solo per, lavoro, ragioni di salute, acquisti di generi alimentari. Le passeggiate per ragioni di salute sono ammesse solo in prossimità dell'abitazione così come l'uscita con l'animale. Pertanto, da oggi,verranno intensificati i controlli da parte della polizia municipale e carabinieri per monitorare i vostri spostamenti e verrà controllata la veridicità delle dichiarazioni che dovrete portarvi appresso. Da diversi giorni l’appello che giunge da ogni parte è quello di rimanere a casa; i numeri che ci sono giunti anche ieri sera sono impressionanti. Ma possiamo farcela solo con grande senso di responsabilità. Purtroppo se così non sarà scatteranno denunce e sanzioni .
iL SINDACO Corrado Ferroni

 ----------------------------------

Aggiornamento 18.3.2020:  Ad oggi nel nostro comune continuiamo a non avere persone positive e nemmeno in quarantena. Occorre quindi ancor più che TUTTI RISPETTINO LE VIGENTI NORME: insistiamo pertanto nell'invito a restare a casa ed a muoversi solo per le strette necessità di lavoro e di salute, raccomandando la stretta osservanza di tutte le attuali disposizioni normative.

Prioritaria resta la raccomandazione a seguire le attuali norme di divieto agli spostamenti e le norme di accesso ai servizi medici, come da indicazioni Usl che verranno aggiornate periodicamente.
Per attivare il servizio di consegna farmaci a domicilio: http://www.comune.pievepelago.mo.it/canali_tematici/comunicati_comune/consegna_farmaci_domicilio_pievepelago.aspx

Come sindaco di Pievepelago, in accordo con colleghi di comuni vicini, ho emesso l’Ordinanza n. 6/18.3.2020 - Ordinanza contingibile ed urgente in materia di controlli su eventuali presenze di persone all'interno di residenze secondarie, immobili in locazione o similari per il contenimento e la gestione dell'emergenza da Covid-19:   http://www.comune.pievepelago.mo.it/canali_tematici/comunicati_comune/lunedi_febbraio_marzo_chiusura_tutte_scuole.aspx

---------------------------

- Inviiamo tutti a rispettare scrupolosamente le disposizioni dei Decreti Presidente Consiglio Ministri e l'Ordinanza regionale n. 32/2020 in tema di gestione emergenza sanitaria (riportate in PDF a fondo pagina) :

A fondo pagina il DPCM 11.3.2020 con le nuove disposizioni anticontagio e l'elenco delle attività che possono restare aperte.

--------------------------------------------------

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE:
Ampliato l’orario del numero di telefono della Sanità Pubblica tutti i giorni dalle 8 alle 20, solo per informazioni sanitarie su Coronavirus

È attivo con orario ampliato dalle 8 alle 20 tutti i giorni, a partire da oggi, il numero telefonico modenese 059 3963663 a disposizione dei cittadini ESCLUSIVAMENTE per informazioni sanitarie su Coronavirus. Il numero non risponde a chiarimenti sulle implicazioni del nuovo decreto del presidente del Consiglio: si chiede a questo proposito la massima collaborazione dei cittadini nel lasciare le linee libere per chi necessita di informazioni e comunicazioni riguardo il proprio stato di salute.
Invitando tutti ad attenersi rigidamente a quanto previsto dal nuovo DPCM, il cui non rispetto è punibile, l’Azienda USL di Modena in particolare ricorda:
Di non accedere per nessun motivo ai Pronto soccorso, Punti di Primo Intervento, Ospedali, Ambulatori e qualsiasi altra struttura sanitaria in presenza di febbre o sintomi respiratori (raffreddore, tosse, mal di gola, ecc)
Il DPCM sottolinea che alle persone con sintomi da infezione respiratoria e febbre superiore ai 37,5 gradi è fortemente raccomandato di rimanere nel proprio domicilio, limitare i contatti sociali e contattare il proprio medico curante, mentre per chi è sottoposto a quarantena o positivo al virus vi è divieto assoluto di spostarsi dalla propria abitazione.
Dunque, in presenza di sintomi quali febbre o sintomi respiratori:
Stare in casa e mettere in atto tutte le misure a protezione dei propri contatti stretti, attraverso i comportamenti preventivi sotto riportati e adottando misure di isolamento volontario
Contattare il proprio Medico di Medicina Generale o il Pediatra di Libera Scelta (o la Continuità Assistenziale negli altri orari) che raccoglierà tutte le informazioni necessarie e fornirà le corrette indicazioni di comportamento
Chiamare il 118 solo per gravi e comprovate situazioni di emergenza così da consentire agli operatori dell’Emergenza-Urgenza la corretta assistenza a chi ne ha più bisogno
È in vigore il divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena o risultati positivi al virus
Rimane valido che chiunque, a partire dal quattordicesimo giorno antecedente la data di pubblicazione del decreto, abbia fatto ingresso in Italia dopo aver soggiornato in zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’OMS, deve comunicare tale circostanza al Dipartimento di Sanità pubblica nonché al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta.
In caso di comparsa di sintomi la persona in sorveglianza deve avvertire immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta e l'operatore di Sanità Pubblica; indossare la mascherina chirurgica e continuare a mantenersi lontano dagli altri conviventi; rimanere nella propria stanza con la porta chiusa garantendo un'adeguata ventilazione naturale
Se si è contatti stretti di un caso confermato di Coronavirus, o si proviene da zone a rischio dunque bisogna:
Mettersi immediatamente in isolamento volontario e avvisare il proprio Medico di Medicina Generale e la Sanità Pubblica al n 059 3963663.
L

Lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;
Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
Evitare abbracci e strette di mano;
Mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro;
Igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
Evitare l'uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l'attività sportiva;
Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
Non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
Usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si presta assistenza a persone malate
---------



Dall'8 marzo al 3 aprile 2020: seguire attentamente le prescrizioni del DPCM 8 marzo 2020 :
http://www.governo.it/it/articolo/coronavirus-firmato-il-dpcm-8-marzo-2020/14266
(Copia PDF a fondo pagina)




Proprietà dell'articolo
creato:domenica 23 febbraio 2020
modificato:venerdì 12 giugno 2020