Liceo Scientifico Sport Invernali

Nell’anno scolastico 2020/21 partirà a Pievepelago un nuovo Liceo scientifico per gli sport invernali. Si tratta di una innovativa proposta didattica sperimentale volta all’approfondimento delle scienze motorie e degli sport invernali all’interno di un quadro culturale che favorisce, in particolare, l’acquisizione delle conoscenze e dei metodi propri delle scienze matematiche, fisiche e naturali nonché dell’economia e del diritto. Il progetto è attuato presso l’I.I.S. “Cavazzi” nella sede associata ‘Barbier’” di Pievepelago ed è stato autorizzato con decreto del MIUR del 9 aprile scorso. Coinvolti i comuni di Pievepelago, Fiumalbo e Riolunato, con la Regione Emilia Romagna, la Fisi e vari altri enti per offrie agli studenti l’opportunità ‘di sviluppare conoscenze e abilità e di maturare le competenze necessarie per individuare le interazioni tra le diverse forme del sapere, l’attività motoria e sportiva e la cultura propria dello sport, assicurando la padronanza dei linguaggi, delle tecniche e delle metodologie relative’.
Gli studenti provenienti da altre province e da altre regioni potranno alloggiare presso una struttura alberghiera organizzata come servizio educativo convittuale.
L’orario annuale delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti è di 891 ore nel primo biennio, corrispondenti a 27 ore medie settimanali e di 990 ore nel secondo biennio e nel quinto anno, corrispondenti a 30 ore medie settimanali. Al superamento dell’esame di Stato è rilasciato il diploma di liceo scientifico, con l’indicazione “sezione ad indirizzo sport invernali e turismo”.
All’inizio del percorso le discipline sportive previste sono lo sci alpino e nordico.
Una convenzione con la FISI permetterà di interfacciarsi con i vari sci club di riferimento e di coordinare e programmare allenamenti, trasferte e gare. Per sostenere la preparazione degli studenti la sperimentazione prevede utilizzo di una piattaforma e-learning, integrazione fra la didattica, la preparazione atletica e lo svolgimento degli allenamenti; collaborazione fra gli operatori sportivi, i tutor e i docenti; svolgimento dell'attività scolastica, almeno per il biennio, in 5 giorni anziché in 6 giorni, modularizzazione bimestrale o trimestrale dell’orario scolastico in base agli impegni sportivi degli alunni. Particolare attenzione verrà prestata agli studenti atleti di alto livello agonistico, ai quali si applicherà quanto disciplinato dal Decreto Ministeriale n° 935 del 2015.
Gli studenti fuori sede saranno ospitati presso una struttura alberghiera organizzata come servizio educativo convittuale. Gli studenti dovranno compartecipare economicamente agli oneri per le attività sportive aggiuntive e, per coloro che usufruiranno dei servizi residenziali, anche degli oneri convittuali. Il costo della retta per i ragazzi fuori sede - che prevede un sostegno economico da parte della Regione Emilia-Romagna - oltre alle spese relative all’alloggio, copre il servizio di tutoraggio e il vitto giornaliero (colazione, pranzo, merenda e cena).

 -------------

IPOTESI RETTE STRUTTURA CONVITTUALE LICEO SPORT INVERNALI CON 10 CONVITTORI

 1)      COSTO TOTALE PER CHI FA SCI ALPINO CON CAMERE  A DISPOSIZIONE DEL RAGAZZO  ANCHE PER LE FESTE NATALIZIE

€ 5000 ANNUI CON POSSIBILITA’ DI RATEIZZAZIONE SU 12 MESI PER IL PAGAMENTO E QUINDI € 416,66 ,MENSILE

 

 PER LO SCI DA FONDO LA RETTA SI ABBASSA A € 3780 AL MESE CHE RATEIZZATO SU 12 MESI FA € 315,00.

 2)      COSTO TOTALE PER CHI FA SCI ALPINO CON CAMERE LIBERE PER LE FESTE NATALIZIE

€ 4500 ANNUI CON POSSIBILITA’ DI RATEIZZAZIONE SU 12 MESI E QUINDI € 375 MENSILI.

ULTERIORE RIDUZIONE ANCHE PER LO SCI DA FONDO SUI 300 EURO MENSILI

Proprietà dell'articolo
creato:venerdì 15 novembre 2019
modificato:mercoledì 29 gennaio 2020